Kazunori Yamauchi guida la nuova NSX Pace Car!

100° anniversario della Pikes Peak International Hill Climb

Di corsa verso il cielo! Il 26 giugno a Pikes Peak in Colorado, Stati Uniti, si è disputata la prova finale della 94a Pikes Peak International Hill Climb 2016 (PPIHC). La sfida è stata aperta da Kazunori Yamauchi, produttore della serie Gran Turismo, al volante di una pace car. Ecco alcune immagini di questo spettacolare evento.

La prima edizione della Pikes Peak International Hill Climb si è svolta nel 1916, cosa che rende questo l’anno del centenario. La foto sovrastante rappresenta il punto d’accesso all’area dei paddock, distante 500 metri dalla linea di partenza.

 

Il casello sulla sommità del Pikes Peak. Il percorso parte appena oltre.
3

Le creste frastagliate delle montagne sono visibili dalla linea di partenza. 4 Le 7:40 del giorno decisivo. Le pace car segnalano la partenza della prova finale. La NSX davanti a tutti è guidata da Kazunori Yamauchi, mentre le Acura MDX e TLX che seguono hanno al volante delle leggende di Pikes Peak, Randy Schranz e Leonard Vahsholtz.

Kazunori Yamauchi sale sulla NSX.

La bandiera verde sventola e le pace car partono.

8

Questo momento segna l’avvio della prova finale.

9

Anche se la giornata era soleggiata, il tracciato non era in condizioni perfette, dato che la pioggia caduta la notte precedente aveva creato diverse pozze d’acqua, nella parte conclusiva del percorso. Yamauchi ha condotto comunque la nuova NSX, con dotazioni all’avanguardia come il sistema SH-AWD, fino alla conclusione della salita di 19,9 km, a una quota di 4.301 metri.

Nel frattempo, alla competizione hanno preso parte 3 delle nuove NSX. Una di queste era un prototipo, con 4 motori indipendenti sulle 4 ruote e il giapponese Tetsuya Yamano al volante: l’auto si è piazzata al 3° posto generale. Delle altre due vetture, una è riuscita a vincere nella classe Time Attack 2.

Anche se la prova è una tradizionale sfida a tempo in salita, si tratta di una gara molto difficile per i piloti, dato che i settori accessibili durante le prove e le qualifiche sono limitati: il percorso completo è percorribile soltanto nella gara finale. Nel paddock si respira un’atmosfera calda e accogliente, con i partecipanti e gli organizzatori che discutono fra loro come veri amici. A Pikes Peak non gareggiano soltanto vetture. Ci sono anche motociclette, sidecar e persino buggy a 4 ruote.

Questa Toyota Celica con livrea Pennzoil è una vettura leggendaria: ha partecipato alla prova nel 1994, fissando un record rimasto imbattuto per ben 13 anni. 21 Questa è la EV di “Monster” Tajima, il pilota giapponese capace di accumulare 10 vittorie alla Pikes Peak Hill Climb. Quest’anno, Tajima è diventato il primo pilota giapponese della storia a entrare nella Pikes Peak Hall of Fame. Congratulazioni! 22 La vittoria generale quest’anno è andata a Romain Dumas (8 minuti e 51,445 secondi), che ha affrontato la sfida a bordo di una vettura custom spinta da un motore biturbo da 3,5 proveniente da un’auto LMP2. Dumas è passato dal podio della 24 Ore di Le Mans a quello di questa storica prova nel breve volgere di una settimana.

Fonte Gran Turismo

Condividi:

Lascia un commento